Sappiamo quanto sia difficile lavorare per una #buonasanità

di Fabio Argiolas

In questi mesi ho parlato troppo male di sanità e di problematiche. La Sardegna è una Regione con tantissime belle riforme, mai “messe a correre”. La Sanità prende la maggior parte del bilancio regionale. Si chieda all’ATS e alle ASSL del territorio, di programmare meglio e indire Concorsi Pubblici e attenersi allo sblocco del turn-over! La Sardegna ha bisogno di professionalità e di abbattimento delle liste di attesa.  (*) Continua a leggere

Annunci

12 settembre

Come dicevo, in questi giorni sarò impegnatissimo con lo studio, ma questa Pagina vedrà delle bellissime e importantissime modifiche! Saranno eliminati i posts che non mi interessano più (fuorvianti e pesanti di contenuti). Questa sarà una bella pagina dove appuntare i miei pensieri di vita quotidiana, di Politica (si, Politica con la P maiuscola), di Sanità, di Diritti Civili, di Sardegna!! Attendetevi delle novità interessanti

Di nuovo

Mi è mancato troppo scrivere, ma non ero dell’umore giusto. Non posso farne a meno, di scrivere. Quindi, da oggi, ritorno a scrivere e a condividere i miei ragionamenti, non solo su politica e sanità, ma anche di vita Sarda e di vita Universitaria

 

 

 

Politica e Trasporti

Momento sfogo nei confronti di un’Ente pubblico che, ora come ora, non mi rappresenta più. Era il mio sogno, ieri sera, di andare ad una festa paesana, in un Comune nell’Area Metropolitana di Cagliari, ma mi è stato proibito, non per motivi personali, ne per motivi di salute, ma perché abito in un’Isola che non ha, ancora, capito cosa sia il TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, FUORI DALL’AREA METROPOLITANA DI CAGLIARI. Continua a leggere

Iglesias 10 Giugno – Io sto con Mauro Usai

Sulcis Iglesiente. IGLESIAS. 10 Giugno. Importante momento di democrazia! 

Non si perda l’occasione. Con una croce nella scheda, si può dare alla città mineraria (Iglesias) la guida ai Giovani Democratici. Perché abbiamo seriamente bisogno di vera democrazia partecipata. I Giovani sono i cittadini che vivono di più tutte le problematiche che la Sardegna, il Sulcis, Iglesias, “forniscono” loro. Mancanza di lavoro, mancanza di una sana politica territoriale, mancanza di programmazione sul tema Trasporto Pubblico Locale (su gomma e su ferro). Iglesias ha bisogno di vivere con una Amministrazione comunale fatta apposta dai Giovani. In conclusione: se fossi residente a Iglesias, voterei un giovane brillante come Mauro Usai, indicando come consigliere una brillante ragazza come Carlotta Scema! Sono due ragazzi brillanti, non interessati a logiche di palazzo, logiche di correnti interne a nessun Partito! Interessati solamente al bene della propria città! Diamo al Circolo PD Iglesias, al PD Sulcis Iglesiente il nostro sostegno. Come dovremo dare il nostro sostegno a tutte le liste collegate alla candidatura di Mauro!

 

 

Sanità nel territorio. Ritorno al passato. E anche peggio

“Questa riforma porterà all’isolamento sanitario dei piccoli paesi, che in Sardegna sono la maggior parte, favorendone l’ulteriore spopolamento o comunque costringendo i cittadini a ridurre l’attenzione per la propria salute vista la difficoltà di accesso alle cure. Ci sarà un sovraccarico del 118 che già oggi opera in condizioni di enorme difficoltà e una presa d’assalto del Pronto Soccorso da parte di un’utenza che non avrà più riferimenti sul territorio, con conseguente incremento degli accessi e dei ricoveri impropri. Mi auguro che tutti i Sindaci, che nei rispettivi centri, rappresentano la massima autorità sanitaria, abbiano il coraggio di ribellarsi ad una riforma sanitaria scellerata e penalizzante, che metterà a rischio la vita delle persone, e abbiano la forza di difendere le comunità di cui sono rappresentanti. E mi auguro che i cittadini tutti, rendendosi conto della pericolosità di questa controriforma scendano in piazza per protestare e difendere un diritto fondamentale, il diritto alla salute, costituzionalmente sancito a prescindere dal censo di appartenenza”. Continua a leggere nell’articolo

La cura delle malattie rare non è una questione solo finanziaria.

Ho riaperto, solo ora, il mio portfolio di Blogger e ho letto questo eccellente post sulle Malattie Rare. Mi piacerebbe che qualcuno lo rileggesse! Mi sento davvero infuriato per il silenzio delle Istituzioni sanitarie. Ho in programma una “chiacchierata informale” con l’Assessorato all’Igiene, Sanità e Assistenza Sociale, nella persona del Dott. Sechi. “La cura delle malattie rare non è una questione solo finanziaria” così cita il titolo del post. Lo ho scritto di tutto tratto e penso che non cambierei mai e poi mai il mio punto. Buona Pasquetta a tutti. Buona lettura. Continua a leggere

La sanità sarda non la riesco più a tollerare

Sono nato nel lontano 1990. Lo so che sapete di che anno sono ma, una cosa me la dovete fare dire. Non c’è politica che tenga. In 28 anni, quasi, la 2 Clinica Pediatrica ha avuto solo molteplici cambiamenti, in peius. Non assumono, hanno troppo lavoro arretrato e in itinere e penso che, come ho detto ad una infermiera che sa come la penso, al posto loro mi sarei fatto fare una lettera di trasferimento in un altro Ospedale Pediatrico in continente. Non si può lavorare così. Ne va della salute, ne va della vita dei pazienti. Sono davvero inca**ato. Oggi, dopo mesi e mesi che non passavo, hanno cambiato tutto in peggio. Non ce l’ho con i bravissimi, professionalissimi medici e infermieri ma, ce l’ho con la politica e con il management dell’Azienda Ospedaliera Brotzu. Anche questa cosa di accorpare gli Ospedali (Microcitemico, Businco e Brotzu) qualcuno saggio me la deve spiegare.

Violenza sulle Donne in Consiglio comunale a Quartu S. Elena. Tecla Brai

Violenza sulle Donne in Consiglio comunale a Quartu S. Elena. Tecla Brai, consigliera comunale del PD Quartu Sant’Elena, in questi giorni, è stata vittima di un atto molto grave di intolleranza da parte dei suoi colleghi consiglieri comunali e da parte di un cittadino che, da assiduo partecipatore dell’Aula Consiliare. Non ho mai tollerato questo genere di violenza morale. Se la politica (a Quartu S. Elena c’è un clima di odio pazzesco) è fatta di questi accadimenti, non è politica. E’ fascismo morale. La mia più totale solidarietà nei confronti della consigliera Brai e del Circolo PD di sua competenza. Continua a leggere

Dal 1 Luglio, come sardo e come giovane che ama la sua Isola, ho deciso di iniziare ad occuparmi di pastorizia

I Pastori e la Sardegna (parte 1) Dal 1 Luglio, come sardo e come giovane che ama la sua Isola, ho deciso di iniziare ad occuparmi di pastorizia. Mai, ripeto mai, mi sarei aspettato che dopo la manifestazione del 2 Agosto si potesse arrivare ad indire un’altra grande manifestazione per fine mese. Sono scandalizzato. I pastori hanno una dignità. Le leggi nazionali di settore, a mio modestissimo parere, non le ha lette nessuno dei burocrati. Nessuno si è interessato a verificare che tutta la burocratizzazione del sistema, fosse solo una montatura. Una questione di ripicca. Una gravissima presa di posizione di una classe dirigenziale scadente. Io, a nome di tutti i miei Compagni di lotta, chiedo a tutti i Sardi di scendere in piazza con noi e di solidarizzare con il Movimento Pastori Sardi. La politica ha dato risposte. La classe dei burocrati ha fatto altro. Si vergognino.