Archivi categoria: Diritto allo Studio

Violenza inaudita verso un mio collega, un mio Amico e un mio compagno di lotte universitarie

Violenza inaudita verso un mio collega, un mio Amico e un mio compagno di lotte universitarie. Commosso e innervosito per questo atto disumano. Da studente universitario, e da giovane, non posso che condannare la violenza! Vicino al collega di Medicina e a tutti i suoi amici, parenti. A Cagliari, in questi mesi, sta accadendo qualcosa che mai mi sarei aspettato! Collega siamo tutti con Te!!! Solo ora ho potuto verificare che il collega è un mio caro Amico rivisto solamente un mese fa, che ci raccontava tante sue avventure. Non mi sento e non voglio immaginare come ci si possa sentire dinanzi a questi eventi, di una crudezza disarmante, senza potersi difendere, in questi casi. Buona sera. Torno sui libri. Svegliarmi e rivedere questa bella foto. Scattata in un giorno di festa per un collega che si laurea, e poi vedere la notizia che ti fa rimanere interdetto e indeciso su come gestire la situazione. A causa di un ragazzo sotto effetto di droga, pluripregiudicato, (che ti ha sferrato un colpo e ti ha fatto rimanere a terra inerme) tu stai lottando come hai e farai sempre. Ehab non mollare. Fallo sia per noi che per i tuoi cari!

Annunci

SCIOPERARE È DIRITTO DI TUTTI. IL DIRITTO ALLO STUDIO, INVECE?

In questi 2 giorni, nel web e nei siti tematici, legati al mondo Universitario, si stanno leggendo delle cose assurde, a mio modestissimo parere: cinquemila professori universitari scioperano e non garantiscono, a noi studenti, la sessione di Settembre. Per cosa scioperano non è dato saperlo. Ecco l’Italia del diritto allo studio, garantito dalla Costituzione. Riflettiamo.

Accessibilità e pensieri

In conclusione di giornata, ho deciso di riportare una frase, tratta da “Progettazione senza Barriere” di Piero Cosulich e Antonio Ornati

“Si può ormai affermare che il processo per l’eliminazione delle barriere architettoniche, o meglio di un nuovo modo di progettare per un nuovo modo di vivere, è ormai in atto per una serie di cause che stanno manifestandosi: l’informazione, la cultura, il rapporto umano, con il supporto della legge, stanno scoprendo i problemi dei disabili o meglio di tutti coloro che sono portatori di handicap, ma stanno anche scoprendo che i problemi relativi alle barriere  architettoniche non sono solo di pertinenza di tali categorie ma di tutti i componenti la società”

Pensieri sull’Anno Accademico scorso

In questa nota ho deciso di ricordarmi di tutte le questioni che non mi sono piaciute di quest’Anno Accademico passato e quello attuale. Non posso, però, ringraziare tutti i miei colleghi con il quale ho potuto trovare un po di supporto morale e psicologico. Sembra poco, ma non lo è. Devo ringraziare una persona alla quale devo un pezzo di “vita universitaria” che però ho dovuto lasciare al suo cammino. Si. Mi ha fatto abbastanza male, ma il mio comportamento è stato abbastanza scorretto e, non posso che dire che anche lei non è mai stata sincera totalmente. In questi 2 anni, però, ho incontrato una bella persona alla quale darei la vita. Continua a leggere

Giornate dell’Orientamento, vista da esterno

Ieri, 24 marzo 2017, presso l’Aula 1 dell’Asse Didattico 1 della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Cagliari, ho svolto un Seminario sul mio lavoro di monitoraggio sulle Barriere Architettoniche nel Dipartimento di Giurisprudenza, dove sono iscritto. Ringrazio vivamente il SIA Servizi per l’Inclusione e l’Apprendimento per avermi chiesto di presentare questo lavoro. Alla dott.ssa Silvia Vinci e alla prof.ssa Donatella Petretto per la pazienza che hanno e che avranno nel seguirmi, passo dopo passo, in questo importante lavoro. Eccovi il video della mia intervista