BASTA VIOLENZA PSICOLOGICA SULLE DONNE

In questa settimana che se ne va, personalmente, mi sono sentito una persona malvagia. Ho letto e commentato il post della ragazza di Sinnai che sta vivendo un incubo, perché minacciata, violentata psicologicamente, da un “omuncolo” di 44 anni che la possiede come se fosse una macchina. Non è pensabile che noi uomini trattiamo in questa misera maniera le “nostre” donne. Io gli aggettivi possessivi, in questi casi, vorrei non usarli. Ricordiamoci che è nostro dovere proteggere, aiutare e stare vicino alle nostre Amiche (qui l’aggettivo possessivo ci sta benissimo). Ho avuto (e ho ancora) troppa paura perché in quella città ho le mie due più care Amiche. Penso che se fosse accaduto qualcosa a loro, me ne sarei fregato del porto d’armi e avrei usato una beretta a pallettoni. Non si toccano le donne, non si toccano neanche con un dito. Vergogna anche per le leggi italiane. Dove è lo Stato?

Annunci