Garante privacy: “Intercettazioni servono ai magistrati non ai giornalisti”

“L’istituto dell’intercettazione non è stato pensato per i giornalisti, ma per il magistrato inquirente. Purtroppo c’è stato un abuso, per cui adesso anche una modesta misura di cautela viene interpretata come un bavaglio, è un’enorme sciocchezza”. Lo ha detto il garante della Privacy, Antonello Soro, rispondendo alle domande dei cronisti a margine di un convegno sul nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati, oggi alla Fondazione di Sardegna a Cagliari. Continua a leggere Garante privacy: “Intercettazioni servono ai magistrati non ai giornalisti”

Annunci

Politica siciliana e tanti, speciali, saluti a chi ha dato la propria vita per la Sicilia. Il Partito Democratico, in Sicilia, ha fatto un risultato un poco scadente. Da componente di Assemblea Provinciale PD Medio Campidano, non posso porgermi oltre “il ponte” ma, ora parlo da cittadino che si occupa di politica, mi sembra che Renzi non ha colpe. Non ha colpe di scellerate scelte della politica siciliana! Il Partito Democratico non è caduto, si rialza. Buonanotte.

Chiamerei l’esorcista e Napalm 51 per i leoni da tastiera. Tra i commenti che si leggono nelle pagine Facebook dei giornali sardi, campeggia tanta ignoranza! E’ pieno di persone (io li qualifico “leoni da tastiera che mi ricordano un personaggio di Crozza – Napalm 51) che usano la tastiera del proprio Tablet, proprio smartphone o del proprio PC, per sputare sentenze “ad catzum”. Chiamerei l’Esorcista, per certa gente.  Informazione – sapere informare.

Violenza inaudita verso un mio collega, un mio Amico e un mio compagno di lotte universitarie. Commosso e innervosito per questo atto disumano. Da studente universitario, e da giovane, non posso che condannare la violenza! Vicino al collega di Medicina e a tutti i suoi amici, parenti. A Cagliari, in questi mesi, sta accadendo qualcosa che mai mi sarei aspettato! Collega siamo tutti con Te!!! Solo ora ho potuto verificare che il collega è un mio caro Amico rivisto solamente un mese fa, che ci raccontava tante sue avventure. Non mi sento e non voglio immaginare come ci si possa sentire dinanzi a questi eventi, di una crudezza disarmante, senza potersi difendere, in questi casi. Buona sera. Torno sui libri. Svegliarmi e rivedere questa bella foto. Scattata in un giorno di festa per un collega che si laurea, e poi vedere la notizia che ti fa rimanere interdetto e indeciso su come gestire la situazione. A causa di un ragazzo sotto effetto di droga, pluripregiudicato, (che ti ha sferrato un colpo e ti ha fatto rimanere a terra inerme) tu stai lottando come hai e farai sempre. Ehab non mollare. Fallo sia per noi che per i tuoi cari!

Male male male. Non si gioca con la vita dei donatori e di chi ha bisogno

Aprire una mail (della newsletter AVIS Nazionale – Associazione Volontari Italiani Sangue dell’8 Ottobre) e leggere quanta disinformazione e quanta gente che non ha a cuore il bene dei donatori e del proprio lavoro svolto per conto del volontariato, mi ha fatto pensare a quanto c’è da fare, per divulgare la buona etica e il vero servizio per chi ha bisogno del nostro Aiuto!!! Le Iene in certi casi, dovrebbero rimanere caute nell’informare l’opinione pubblica. Strumentalizzare un episodio, in certi casi, porta a non fidarsi più dell’Associazione. Le “mele marce” ci sono dappertutto. Sono schifato!!!